Il colesterolo nella dieta del Bodybuilder Natural – Sfatiamo i miti

Colesterolo nel BodybuildingTra gli articoli strampalati di giornalisti che scrivono sui blog di bodybuilding e le teorie di nutrizionisti del medioevo che ancora affermano che se mangi più di 1,5-2 gr al giorno di proteine “ti rovini fegato e reni”, c’è un argomento in particolare che viene trattato con molta superficialità.

E con conseguenze disastrose.

Sto parlando del colesterolo, una sostanza tanto fondamentale specialmente per noi bodybuilder natural (e più in generale, per chiunque) quanto presa di mira dalla cattiva scienza.

In questo articolo andiamo a vedere perché ne hai disperatamente bisogno, qual è l’unico vero parametro al quale devi stare attento e anche come puoi abbassare drasticamente il rischio di malattie cardiovascolari.

 

Colesterolo e body building

Bene, quello che ti interessa sapere è che il colesterolo è importantissimo per mettere su massa specialmente per noi natural.

Il primo motivo è che l’organismo utilizza il colesterolo per formare ormoni, tra cui progesterone, estrogeni, ormoni tiroidei… e il testosterone.

I livelli di testosterone, questo ormone fondamentale per l’aumento della massa muscolare, iniziano a diminuire già verso i 30 anni… e uno dei modi per tenerli alti, assieme ad un buon sonno e all’allenamento, è mangiare cibi ricchi di grassi buoni e colesterolo.

Se vuoi conoscere altre tecniche per aumentare il testosterone in modo naturale, leggi questo articolo.

In questo studio, eseguito su un gruppo di uomini di 60-69 anni, è stato visto come chi assumeva più colesterolo dalla dieta registrava una sviluppo maggiore di massa muscolare.

Le fonti di colesterolo sono

  • Tuorlo d’uovo;
  • Olio di pesce;
  • Fegato;
  • Carne in genere (in minori quantità).

 

Altre funzioni meno conosciute (ma vitali) del colesterolo:

Il colesterolo si trova un po’ dappertutto nell’organismo, in particolare nei muscoli, nel cervello e nel fegato.

Alcune delle sue funzioni? Eccole:

  • Prende parte alla struttura delle membrane cellulari (il famoso doppio strato fosfolipidico).
  • Costituisce la maggior parte del peso del cervello (esclusa l’acqua), e ricopre le estremità del nervo sciatico.
  • E’ assolutamente fondamentale per la guarigione delle ferite.
  • Aiuta il trasporto delle vitamine antiossidanti.
  • Contribuisce alla produzione della bile, necessaria per la digestione dei grassi.

 

Moriremo tutti?

Premesso che esistono e sono ben documentate popolazioni che hanno livelli di colesterolo leggermente alti, hanno una dieta ricca di proteine e grassi animali e non sanno nemmeno cosa siano le malattie cardiovascolari, facciamo pure gli scettici e vediamola da un punto di vista più scientifico.

Tutti sanno (o almeno, chi si interessa un minimo di alimentazione) che per misurare il rischio di malattie cardiosvascolari quello che conta Colesterolo HDL e LDLdavvero è il rapporto HDL / LDL (cioè, il rapporto tra il colesterolo buono e quello cattivo) e non i semplici livelli di colesterolo totale.

Parlando con i numeri, oltre il 50% delle persone vittime di attacchi cardiaci NON ha livelli preoccupanti di colesterolo.

E se i livelli di colesterolo sono alti (anche se si tratta di LDL) nel 90% dei casi è presente UN’ALTRA causa fatale: alti livelli di stress, forte obesità, sedentarietà, fumo.

Quindi, come fare ad ottenere un rapporto ottimale tra colesterolo buono HDL e colesterolo cattivo LDL?

 

La grande balla sul colesterolo

Mentre il mondo continua ad additare i cibi grassi e ricchi di colesterolo come causa principale delle malattie cardiovascolari e tutti si buttano sulle alternative “light”, questa patologia rimane la #1 delle cause di morte senza accenno a diminuire.

Si è forse trattato solo un abbaglio?

O forse i motivi sono altri, visto che le statine sono il farmaco più venduto e tra quelli che genera più introiti?

Teorie complottiste a parte, i dati dicono chiaramente che se da una parte è ovvio che la dieta influenza i livelli di colesterolo nel sangue… è anche vero che la causa NON sono i cibi grassi e ricchi di colesterolo.

In altre parole: il colesterolo che mangi non si riversa nel sangue, ma…

…Quest’ultimo è prodotto quasi interamente (80-85%) dal fegato.Uova e colesterolo

E’ questo il motivo per cui eliminare il tuorlo dell’uovo è un’abitudine sbagliatissima, che ti sta rendendo PIU’ DIFFICILE mettere massa muscolare.

Come dimostra anche questo studio, in cui i partecipanti sono stati divisi in due gruppi: il primo gruppo consumava 2 uova al giorno, il secondo gruppo meno di 2 a settimana.

Dopo 3 mesi, nessuno dei due gruppi aveva registrato un aumento di colesterolo, e oltre a questo il primo gruppo riportava un aumento del senso di sazietà.

 

Colesterolo cattivo: ecco cosa lo alza davvero

In realtà, anche se non lo si può dire con precisione (purtroppo la VERA ricerca in questa direzione è frenata dal conflitto di interessi di cui parlavamo prima) i fattori che hanno più peso nella comparsa delle placche aterosclerotiche (e quindi di attacchi cardiaci) sembrano essere l’infiammazione e i grassi trans:

L’infiammazione è la condizione che (tra le altre cose) porta il colesterolo LDL ad “aggregarsi” sulle pareti delle arterie formando appunto la placca. L’infiammazione è causata da alti livelli di stress e dall’eccessivo consumo di grassi Omega 6.

I grassi trans sono i VERI grassi da cui devi stare lontano: sono grassi “degenerati” che trovi nei cibi pronti, nei fritti e in alcuni alimenti dannosissimi come la margarina.

 

Per concludere

Vuoi qualche indicazione pratica?

Ecco alcuni nutrienti che ripuliscono le arterie:

Magnesio: lo trovi nelle noci brasiliane, carne, cacao amaro etc.

Vitamina E: lo trovi nell’olio di oliva, mandorle etc

Omega 3 EPA e DHA: combattono l’infiammazione ristabilendo l’equilibrio con gli Omega 6.

E’ tutto, dimenticati delle balle che ti hanno raccontato e metti in pratica questi consigli per guadagnarne in salute e muscoli.

P.S. Se l’articolo ti è piaciuto, aiutami a far conoscere queste cose condividendolo su Facebook! Grazie,

Filippo Pagani

 

6 Comments

  1. Giampaolo 15 maggio 2016
    • rocco 16 marzo 2017
      • Filippo Pagani 17 marzo 2017
  2. attilio ferrari 6 gennaio 2018
    • Filippo Pagani 7 gennaio 2018
      • Attilio 9 gennaio 2018

Leave a Reply