Consigli per aumentare il testosterone in modo naturale

aumentare il testosterone
Tabella dei Contenuti

Caro Spartano…

In questo articolo parliamo di quell’ormone “magico” che, oltre ad avere molteplici benefici a livello di salute, fa tutta la differenza del mondo in palestra… ma anche sotto le lenzuola: il testosterone.

Perché l’ho definito un ormone “magico”?

Perché se viene rilasciato nelle giuste quantità è in grado di trasformare un uomo in un supereroe. 

In pratica ti rende un SuperUomo.

Infatti non a caso il testosterone è l’ormone maschile per eccellenza.

È prodotto principalmente nei testicoli, e in piccola parte dalle ghiandole surrenali. Gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo delle caratteristiche sessuali maschili, come ad esempio la voce profonda e la crescita di peli sul viso. Inoltre, svolge un ruolo importante nella regolazione della massa muscolare e della densità ossea, nella produzione di sperma e nel desiderio sessuale.

La produzione di testosterone è influenzata da diversi fattori, come la genetica, l’età, l’allenamento, l’alimentazione e lo stile di vita. E in questo articolo ti insegnerò a “crackare” il meccanismo di regolazione dell’organismo al fine di poterne produrre di più.

A proposito… Se sei tra quelli a cui hanno raccontato che livelli più alti di testosterone nel range fisiologico non sono così importanti, faresti bene a guardare il video qui in basso.

Sintomi e cause del testosterone basso

Il testosterone ha davvero questi fantastici poteri? Sì, ma ovviamente c’è un rovescio della medaglia in tutto ciò. 

Se alti livelli di testosterone sono in grado di renderti un semidio, livelli bassi (condizione nota nell’uomo come “ipogonadismo maschile”) possono letteralmente rovinare la tua vita. 

Quali sono i sintomi di un testosterone “fiacco”?

  • Bassa libido o mancanza di interesse sessuale.
  • Difficoltà nell’avere (o mantenere) l’erezione.
  • Riduzione della massa muscolare e della forza.
  • Aumento della massa grassa, soprattutto nella zona addominale.
  • Riduzione della densità ossea.
  • Affaticamento o mancanza di energia.
  • Cambiamenti dell’umore, come irritabilità o depressione.

Attenzione: è importante capire che questi sintomi di testosterone basso sono a loro volta cause dell’abbassamento ulteriore del testosterone!

Per esempio: l’aumento della massa grassa è sintomo di testosterone basso, ma allo stesso tempo provoca un abbassamento ulteriore dei livelli di testosterone.

Allo stesso modo, la massa muscolare è indicativa di livelli di testosterone ottimali, e ulteriormente concorre ad innalzarli.

Tornando invece ai sintomi, quali sono le cause di un livello di testosterone basso?

  • Invecchiamento, i livelli di testosterone tendono fisiologicamente a diminuire con l’avanzare dell’età.
  • Condizioni patologiche, che ovviamente condizionano la fisiologia e il ciclo ormonale. Ad esempio problemi ai testicoli o all’ipofisi (quell’area del cervello che trasmette il segnale di produrre più testosterone).
  • Ma anche malattie meno gravi come ad esempio diabete o apnee notturne (che mettono a repentaglio una buona qualità del sonno).
  • Infine, bassi livelli di testosterone sono causati anche da fattori legati alle abitudini e al lifestyle, come ad esempio obesità o uso di droghe e alcol.

Vediamo ora alcuni “trucchetti” per aumentare i livelli di testosterone in maniera naturale.

aumentare il testosterone

Rimedi naturali per aumentare il testosterone

Cosa si può fare per aiutare il corpo a stimolare la produzione di testosterone?

Lavorando su queste 5 aree:

  • Esercizio fisico. L’esercizio fisico ha un ruolo chiave nel riuscire a mantenere il corpo in salute e ridurre lo stress (che come vedremo è uno dei principali nemici del testosterone). Ovviamente, ci sono tipi di sforzo ed esercizi migliori di altri; non ti preoccupare, vedremo tutto nel dettaglio tra poco, quando andremo a parlare nello specifico di allenamento. Questo punto è veramente importante come spiego nel video qui in basso.
  • Alimentazione sana. L’alimentazione ha un ruolo duplice: da un lato aiuta a mantenerti in forma ed eliminare i chili in eccesso (ricorda che la “pancia” riduce i livelli di testosterone); dall’altro, può portare a un incremento diretto dei livelli di testosterone assumendo gli alimenti giusti (vedremo tra poco quali sono).
  • Sonno di qualità. Il sonno è importante per la salute generale, ma influisce anche sulla produzione di testosterone. Cerca di dormire abbastanza ore e di mantenere un ambiente di sonno confortevole.
  • Relax. Lo stress è nemico del testosterone, quindi è opportuno gestirlo. Come abbiamo visto, l’allenamento è uno dei metodi principali per eliminarlo. Ma sono efficaci anche la meditazione, lo yoga o altre attività rilassanti che trovi piacevoli.
  • Integratori naturali. Laddove la tua alimentazione fosse carente, puoi decidere di assumere i macro e i micronutrienti per aiutare il tuo organismo nella produzione di testosterone.

Come promesso, andrò a condividere con te tanti trucchetti per agire in maniera positiva su tutte queste aree, nel frattempo ti lascio anche questo articolo di approfondimento: Come aumentare il testosterone – 20 tecniche che funzionano.

Partiamo proprio dagli integratori, nello specifico da quelli per aumentare la fertilità.

Integratori per la fertilità maschile

Ci sono diversi integratori alimentari che possono aiutare ad aumentare la fertilità maschile e migliorare i livelli di testosterone.

Vediamo i più comuni:

  • Vitamina D: è stato dimostrato che, oltre ad essere essenziale per la salute delle ossa, la vitamina D aiuta a incrementare i livelli di testosterone e la fertilità maschile. Sempre da assumere con la vitamina A, le due vitamine sono in stretta relazione.
  • Zinco: è un minerale essenziale per la salute riproduttiva dell’uomo. È stata evidenziata una correlazione tra l’assunzione di zinco e l’aumento dei livelli di testosterone.
  • Magnesio: un altro minerale utile per aumentare la fertilità, perché migliora la qualità dello sperma.
  • Acido folico: è una vitamina del gruppo B che contribuisce al miglioramento della salute degli spermatozoi. 
  • Coenzima Q10: è un antiossidante, anche lui può aiutare a migliorare la qualità e la motilità degli spermatozoi.
  • Tribulus terrestris: questa erba è stata utilizzata per secoli per migliorare la fertilità maschile. Studi recenti hanno confermato la sua utilità nella produzione di testosterone. È uno degli ingredienti chiave di Spartan Testo, il nostro integratore per aumentare i livelli di testosterone.

Ma sopra ogni cosa mi preme ricordarti che gli integratori per la fertilità possono essere utili solo se si segue uno stile di vita sano ed equilibrato.

Se mangi schifezze, bevi e fumi non pensare che basti integrare con il tribulus terrestris!

Parliamo ora di come un’alimentazione sana influisce sui livelli del testosterone.

Mangiare in modo sano ed equilibrato

Per aumentare i livelli di testosterone attraverso l’alimentazione, è importante concentrarsi su alimenti che contengono buone quantità di colesterolo e grassi saturi, come ad esempio uova, molluschi, crostacei e carne rossa.

Inoltre, è importante evitare carboidrati raffinati, perché provocano i cosiddetti “picchi glicemici”, che portano invece ad un abbassamento della produzione di testosterone.

Una dieta pro-testosterone è anzitutto iperproteica e ricca di quei micronutrienti chiave, importanti per la produzione di testosterone, ad esempio zinco, magnesio, selenio, vitamina E, vitamina A, vitamina D3, vitamina B6 e vitamina C.

In particolare, la vitamina D3 svolge un ruolo chiave nella produzione di testosterone per diversi motivi.

  • In primis, stimola l’ipofisi a produrre gonadotropine. Le gonadotropine sono ormoni che hanno un’importanza chiave nella regolazione delle funzioni sessuali e riproduttive (stimolano i testicoli a produrre T).
  • Inoltre, la vitamina D3 abbassa le SHBG. Le SHBG sono proteine che si legano al testosterone e gli impediscono di esprimere i suoi meravigliosi benefici. La vitamina D3, abbassando le SHBG, aumenta indirettamente la quantità di testosterone libero.

“Ok Filippo, ma quali cibi è meglio assumere?”

Prendi nota, Spartano. Ti sto per dire i migliori cibi in grado di alzare i livelli di testosterone. Sei pronto?

  • Uova
  • Manzo allevato al pascolo
  • Ostriche
  • Gamberetti

Non sono solo questi, ma sono i più immediati e conosciuti.

Trovi ben 15 superfoods all’interno di Testosterone da Spartano.

Svolgere allenamento fisico giornaliero

L’allenamento è un aspetto fondamentale per la salute e il benessere del nostro corpo. Gli studi dimostrano che gli allenamenti orientati alla forza massimale e alla potenza sono quelli che stimolano maggiormente la produzione di testosterone.

Gli esercizi più efficaci in assoluto sono i cosiddetti multiarticolari, come ad esempio squat, stacco, panca, rematore, military press, ecc. perché coinvolgono intere catene cinetiche.

Quanto invece al numero di serie e ripetizioni, è stato riscontrato che basse ripetizioni (1-5) abbinate ad alti carichi sono più efficaci per aumentare i livelli di testosterone nel corpo. Ovviamente, carichi “importanti” impongono recuperi completi (anche di 5-6 minuti). 

Attenzione però: sostenere allenamenti di questo tipo per lunghi periodi di tempo non è uno scherzo. È richiesta una pianificazione ad hoc ed un’alimentazione adeguata. 

Quanto al singolo allenamento, è importante evitare di prolungare troppo la seduta, perché dopo 60 minuti circa i livelli di cortisolo rilasciato superano quelli di testosterone, quindi si crea un ambiente ormonale catabolico.

(Il cortisolo è il cosiddetto “ormone dello stress” ed è un antagonista del testosterone, ma ne parliamo tra poco).

Qual è il modo più efficace per abbassare il cortisolo? Dormendo.

È il caso di parlarne.

Dormire bene e riposare il giusto

In questo paragrafo vedremo in che modo il riposo influisce sui livelli di testosterone.

Durante il sonno il corpo ha finalmente il tempo di riparare e ricostruire i tessuti muscolari danneggiati dall’allenamento e mette in moto tutti i processi di recupero. 

Inoltre, durante il sonno avviene la regolazione dei ritmi circadiani e ciò porta ad ottimizzare l’equilibrio ormonale.

Ma c’è un altro motivo, ben più importante, che rende il sonno un pilastro fondamentale dell’aumento del testosterone.

Ti spiego tutto nel prossimo paragrafo.

aumentare il testosterone

Ridurre i livelli di stress

Ecco perché lo stress è considerato uno dei nemici “killer” del testosterone.

Come ti ho accennato prima il cortisolo è detto anche “l’ormone dello stress”. Ebbene, devi sapere che il cortisolo e il testosterone derivano entrambi dal colesterolo. Questo significa che se sei stressato il tuo corpo dovrà produrre cortisolo… e darà precedenza a questo piuttosto che al testosterone!

Quindi dormire per rilassarsi e smaltire lo stress è essenziale per aumentare i livelli di testosterone.

Ma perché lo stress è così letale?

Perché influisce in cascata su tutti gli altri elementi, quali sonno, appetito, performance dell’attività fisica e motivazione. In poche parole crea una spirale negativa che farà sprofondare i tuoi livelli di testosterone sotto le scarpe.

Vediamo insieme perché.

Riduzione del sonno: lo stress cronico riduce la qualità del riposo, quindi come abbiamo appena visto compromette la produzione di testosterone.

Riduzione dell’appetito: minando l’appetito, lo stress compromette l’assunzione dei giusti macro e micronutrienti importanti per la produzione di testosterone.

Riduzione dell’attività fisica: lo stress cronico azzoppa la motivazione per recarti in palestra e drena l’energia per l’attività fisica, compromettendo le tue performance. La riduzione dell’attività fisica ovviamente influisce negativamente sui livelli di testosterone.

Quindi la parola d’ordine è: evitare lo stress!

Fortunatamente per tenere alto il testosterone possiamo sempre contare su di loro: gli integratori alimentari specifici per aumentare il testosterone (non confonderti: quelli elencati prima erano per la fertilità).

aumentare testosterone naturalmente

L’apporto degli integratori alimentari

Premessa: gli integratori possono aiutare ad aumentare i livelli di testosterone nel corpo, ma è importante capire che l’assunzione di integratori non dovrebbe mai sostituire un’alimentazione equilibrata.

Detto questo, vediamo quali sono i principali (ovviamente, l’incremento può essere soggettivo, ed è la risultante di un insieme di fattori):

  • ZMA. Questo integratore a base di zinco, magnesio e vitamina B6, si è rivelato ottimo nell’incrementare i livelli di testosterone. In particolare perché la carenza di zinco e magnesio è molto diffusa. Una carenza di zinco può portare ad un aumento dei recettori degli estrogeni e una contemporanea diminuzione dei recettori degli androgeni. Detto in maniera semplice: estrogeni = ormoni femminili; androgeni = ormoni maschili (testosterone).
  • Vitamina D3. Aumenta la produzione di testosterone a livello testicolare, incrementando soprattutto il testosterone detto “libero” cioè quello che, non essendo legato a proteine (come l’SHBG), può circolare nel sangue. Ti consiglio l’olio di fegato di merluzzo che contiene anche vitamina A. 
  • Tribulus Terrestris. L’abbiamo già visto tra gli integratori per aumentare la fertilità. Non stupirti quindi di vederlo anche qui: testosterone e virilità sono legati a doppio filo. È uno degli ingredienti chiave di Spartan Testo
  • Carnitina. È un aminoacido che svolge diverse funzioni nel corpo umano, la più importante è quella di trasportare gli acidi grassi nei mitocondri per la produzione di ATP (energia). Si è scoperto che è importantissima per il testosterone visto che sensibilizza i recettori degli androgeni e svolge un effetto stimolante nella produzione di LH nell’ipofisi. Aumenta inoltre anche la mobilità degli spermatozoi.
  • Vitamina C (Acido Ascorbico). Questo integratore dal costo irrisorio è molto efficace nell’abbassare i livelli di cortisolo, soprattutto dopo l’allenamento, migliorando così il rapporto testosterone/cortisolo.
  • Aswaghanda KSM-66. È un altro degli ingredienti chiave di Spartan Testo. È in grado di abbassare il cortisolo ed aumentare il testosterone. 

Ora penserai: “Ma qui c’è da svaligiare una farmacia!”.

Sì, è stata la reazione che ho avuto anche io, tanti anni fa, quando ho iniziato le mie ricerche sul testosterone.

Stare dietro a tutto potrebbe sembrare complesso (ed in effetti un po’ lo è). Ma ti assicuro che il gioco vale la candela.

Alcuni uomini non possono nemmeno lontanamente immaginare cosa significa avere il serbatoio del testosterone sempre pieno. E non possono immaginarlo nemmeno le loro fidanzate.

Ed è proprio per semplificarti la vita e permettere a più persone possibili di provare questa sensazione che ho deciso di racchiudere tutte le sostanze utili all’incremento di testosterone all’interno di Spartan Testo.

Spartan Testo è l’integratore che ti permetterà di dare un boost ai tuoi livelli di testosterone, come ha già dimostrato di poter fare su decine e decine di clienti che non possono più farne a meno. 

Trovi tutte le informazioni qui (come su tutti i nostri prodotti, è attiva la garanzia Soddisfatto o Rimborsato, quindi puoi provarlo senza indugi).

Sai, alcuni Spartani non vedono di buon occhio gli integratori. Pensano sia roba “chimica” che non fa bene al corpo. (In realtà, spesso gli integratori sono meno “chimici” del cibo che portiamo in tavola).

Ad ogni modo, lascia che ti dia alcune indicazioni per la vita di tutti i giorni (mi raccomando: trasformale in abitudini).

Conduci uno stile di vita sano

Uno stile di vita sano può influire positivamente sui livelli di testosterone nel corpo. Ecco alcuni consigli per mantenere uno stile di vita sano e aumentare naturalmente i livelli di testosterone:

  • Adotta un’alimentazione iperproteica, a basso contenuto di zuccheri raffinati. Cerca di consumare gli alimenti che ho elencato sopra. Questo metterà il corpo nelle condizioni di produrre più testosterone.
  • Allenati in maniera regolare: solleva carichi alti negli esercizi base, cercando l’aumento di forza e massa muscolare. Se sei particolarmente interessato alla costruzione di massa muscolare, ti consiglio il protocollo Massa da Spartano.
  • Dormi come un bambino (o almeno provaci). Assicurati un sonno di qualità ogni notte. Consiglio: spegni smartphone, tablet e tv un paio d’ore prima di andare a dormire: emettono una luce blu che “inganna” il cervello, facendo credere che sia giorno (questo compromette il rilascio di testosterone).
  • Riduci lo stress. Cerca di adottare strategie per gestire lo stress. L’allenamento va benissimo, ma sono efficaci anche la meditazione, lo yoga, o semplicemente gli hobby che ti piacciono.
  • Elimina fumo e alcol. Non credo ci sia bisogno di spiegarla, vero?
  • Perdi qualche kg: il grasso in eccesso influisce negativamente sulla produzione di testosterone perché converte l’ormone in estrogeni.
  • Prendi un po’ di sole, 20 minuti al giorno. L’esposizione al sole può aiutare ad aumentare i livelli di vitamina D nel corpo, che è importante per la produzione di testosterone.

Bene, abbiamo finito. 

Puoi considerare questo articolo un piccolo “bignami” sull’aumento del testosterone. Ma è chiaro che ci sarebbe molto altro da dire.

Ed è per questo che, solo per gli Spartani che prendono davvero la faccenda del testosterone sul serio, ho creato il percorso Testosterone da Spartano, che ti darà tutte le informazioni necessarie per tenere sempre piena la tanica.

Acquistalo oggi stesso, con garanzia Soddisfatto o Rimborsato, applicando le strategie che trovi al suo interno comincerai a sentirti un super UOMO fin dalle prime settimane e la tua fidanzata benedirà questo giorno!

Lo trovi qui.

A presto,

Filippo

Filippo Pagani
Filippo Pagani
Attualmente è personal trainer certificato CONI e, nel 2021, ha ottenuto anche la prestigiosa certificazione di Menno Henselmans (uno dei più importanti esperti di fitness a livello europeo). Grazie ai suoi programmi tradotti in 4 lingue ha aiutato oltre 100.000 uomini e donne in tutto il mondo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

[viralQuiz id=15]