Nei protocolli dei bodybuilder professionisti e delle cliniche anti-aging c’è una sostanza che è quasi un’ossessione per gli effetti miracolosi associati al suo utilizzo.

Mi riferisco ad effetti dirompenti sulla crescita muscolare, sulla definizione, sulla qualità della pelle, sul velocizzare il recupero da infortuni e sull’incrementare i livelli energetici.

Ormai non è più un segreto e se ne parla anche nelle palestre tra i “frequentatori medi”, talvolta come se si stesse nominando una pozione magica…

Ovviamente faccio riferimento al sopra citato ormone della crescita, meglio conosciuto come GH (dall’inglese Growth Hormone).

La cosa interessante è che al 90% se ne parla come di una sostanza che può essere elevata solo tramite integrazione esterna (doping).

Si tralascia il fatto che l’ormone è naturalmente prodotto dalla nostra ipofisi a determinate condizioni, in determinate quantità in base all’età del soggetto e soprattutto in base allo stile di vita.

Naturalmente i soggetti che ho citato (bodybuilder professionisti e clienti di cliniche anti-aging che comprendono facoltosi uomini in là con l’età e star di Hollywood) lo utilizzano per via esogena (iniezioni) garantendosi quindi i benefici della sostanza – e possibili effetti collaterali che l’assunzione di ormoni può comportare – senza modificare nulla nel proprio stile di vita.

Queste persone ovviamente, seguite da medici all’avanguardia, scelgono per loro la via più semplice.

All’atleta natural invece, che non utilizza ormoni esogeni, interessano eccome i meccanismi che si celano dietro la naturale produzione ormonale e se stai leggendo questo articolo credo tu sia proprio uno di questi perciò ti consiglio di rimanere qui fino all’ultima parola scritta.

Come ribadisco da sempre, tramite alimentazione, integrazione, allenamento e stile di vita è possibile influenzare PESANTEMENTE la produzione ormonale.

In positivo, se fai le cose “fatte bene”.

In negativo, se continui a commettere errori.

L’ho già dimostrato parlando di testosterone nei miei precedenti articoli, nei video su YouTube dedicati all’argomento e in particolare nel mio corso Testosterone da Spartano (non disponibile nel momento in cui sto scrivendo).

Con “produzione ormonale” mi riferisco anche alla produzione dell’ormone della crescita, un ormone anabolico e lipolitico FONDAMENTALE se vuoi incrementare massa muscolare e definirti allo stesso tempo.

Chiaramente non ci si può aspettare gli stessi risultati del doping ma tra il nulla e l’iniezione giornaliera di 5 unità di ormone della crescita, ne passa…

In questo articolo voglio dirti quali sono i 4 errori che vedo fare più spesso e che stanno mozzando la tua produzione di ormone della crescita.

1# Non monitorare l’attività della tiroide

C’è una relazione importante tra attività tiroidea ed ormone della crescita.

Gli ormoni tiroidei e l’ormone della crescita “collaborano” assieme per stimolare la sintesi proteica  e garantire la crescita dei tessuti.

PS Lo sapevi che i professionisti che usano elevate dosi di GH spesso sono costretti ad assumere anche ormoni tiroidei per bilanciare la situazione?

Questo fatto ci fa capire come ci sia una relazione tra i due ormoni.

Quando la produzione di ormoni tiroidei scarseggia, viene a meno anche la produzione di ormone della crescita (qui lo studio sulla relazione tra GH e Tiroide).

L’ipotiroidismo è una condizione sempre più frequente e spesso colpisce le persone in maniera “subdola” manifestando i sintomi nella persona ma con parametri ematici nella norma.

Se la produzione di ormoni tiroidei non è sufficiente, scordati di raggiungere i massimi livelli possibili di ormone della crescita.

Scordati di perdere grasso e scordati di aumentare massa muscolare (l’ormone T3 partecipa alla sintesi proteica).

[feature_box style=”9″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” content_font_size=”19″ alignment=”center”]

Puoi renderti conto di aver una scarsa produzione di ormoni tiroidei da :

[/feature_box]

Non dimenticarti MAI il fattore tiroide se vuoi avere una produzione elevata di GH.

 

2# Esporsi alla luce blu nelle ore notturne

L’esposizione alla luce blu nelle ore serali tramite l’illuminazione artificiale e gli schermi dei dispositivi elettronici sta diventando un problema serio dei nostri giorni.

Insonnia, mal di testa, ritmi circadiani sballati sono alcune delle conseguenze di questo problema.

Nell’elenco dobbiamo aggiungerci anche l’alterazione dell’ormone della crescita (qui lo studio).

L’ormone della crescita ha un andamento in controtendenza con i livelli di cortisolo e di tendenza con i livelli di melatonina, come si evince dal grafico qui in basso.

L’ormone della crescita ha un andamento in controtendenza con i livelli di cortisolo e di tendenza con i livelli di melatonina

L’esposizione alle luci blu nelle ore serali disturba il ciclo della melatonina inibendone la produzione.

Come avviene ciò?

Nella retina dell’occhio ci sono dei fotorecettori che quando colpiti dalla luce mandano l’impulso alla ghiandola pineale di bloccare la produzione di melatonina (stop alla conversione della serotonina in melatonina).

La luce e il buio sono gli indicatori rispettivamente del giorno e della notte per il nostro organismo ed esso  si “setta” di conseguenza.

Se c’è luce (è giorno) l’organismo metterà in moto quelle reazioni biochimiche ed ormonali che ci preparano all’attività, se è buio (è notte) l’organismo metterà in moto quei meccanismi necessari a prepararci alla fase di riposo.

La luce blu è presente anche nello spettro luminoso della luce solare, stimola una fisiologica produzione di cortisolo – necessario nelle prime ore della giornata – ed arresta la produzione di melatonina (è giorno amico, sveglia!).

[feature_box style=”9″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” content_font_size=”19″ alignment=”center”]

Se noi siamo esposti alla luce blu artificiale di sera mandiamo in tilt questo meccanismo con tutte le conseguenze del caso.

Visto che la naturale produzione ormonale è profondamente legata ai ritmi circadiani, sfasarli significa sfasare i nostri ormoni, di conseguenza anche la produzione di GH.

[/feature_box]

RITMI CIRCADIANI FIRST!! SOPRATTUTTO QUANDO PARLIAMO DI ORMONI.

 

3# Non porre attenzione alla salute del fegato

Nelle mie ricerche sugli ormoni (queste sostanze mi hanno sempre acceso una grande curiosità) mi sono imbattuto in un autore che parlava dell’importanza della salute del fegato.

Non posso che dargli ragione.

L’ormone della crescita stimola la produzione da parte del fegato di un altro importante ormone, l’IGF-1.

In realtà molti dei benefici del GH sono mediati dalla produzione dell’ IGF-1.

Ma cosa succede quando il fegato è affaticato e gran parte della sua energia è impiegata per smaltire farmaci, inquinanti, alcool e altre sostanze indesiderate ?

Mette in secondo piano le funzioni secondarie tra cui la produzione di IGF-1 – non certo prioritaria – e la sintesi proteica (per i muscoli aspetta e spera…).

Il fegato è un organo centrale per ogni processo del corpo, compresa la regolazione ormonale infatti:

  • Interviene nel metabolismo degli estrogeni
  • Produce le SHBG (proteine che regolano il livello di ormoni sessuali)
  • Converte l’ormone T4 tiroideo nell’attivo T3
  • Produce l’ IGF-1
  • …ci fermiamo qui, ci sarebbe tanto altro e usciremmo fuori tema.

Tieni conto che i primi tre punti influenzano a loro volta i meccanismi legati alla produzione dell’ormone della crescita.

[feature_box style=”9″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” content_font_size=”19″ alignment=”center”]

Vuoi avere i massimi livelli di ormone della crescita e far si che il fegato possa produrre IGF-1?

PRENDITI CURA DEL TUO FEGATO.

No, non lo devi fare escludendo le uova dalla tua alimentazione né tantomeno mangiare poche proteine.

Lo devi fare stando lontano da alcool, farmaci, inquinanti e sostanze chimiche di ogni tipo.

[/feature_box]

 

4# Avere un livello inadeguato di vitamina D nel sangue

Si stima che oltre 1 miliardo di persone nel mondo sia carente di vitamina D e probabilmente anche tu fai parte di esse (studio).

In un altro articolo ho parlato dei vantaggi che la vitamina D comporta per la crescita muscolare, la salute, l’aumento del testosterone e la definizione.

Dalle ultime ricerche che ho fatto è emerso che tra gli innumerevoli benefici che ho elencato nell’articolo, bisogna aggiungere anche l’ incremento dei livelli di GH e IGF-1 (qui lo studio).

Nell’articolo sulla vitamina D facevo presente come uno dei meccanismi con cui essa incrementa la massa muscolare è legato all’incremento del testosterone.

Aggiungiamoci pure l’incremento del GH e, come ormai sappiamo, di conseguenza anche dell’IGF-1.

[feature_box style=”9″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” content_font_size=”19″ alignment=”center”]

Hai mai misurato i tuoi livelli nel sangue controllando il parametro 25(OH)D ?

Forse ti conviene farlo 😉

L’ideale sarebbe controllar più volte durante l’anno il 25(OH)D per via dell’alternanza delle stagioni e dell’esposizione solare regolando l’integrazione di conseguenza.

Scommetto che 9 persone su 10 di quelle che leggeranno questo articolo avranno livelli inferiori a 30 ng/ml (un buon livello si attesta tra 70 e 80 ng/ml).

[/feature_box]

Penso agli altri…

Dopo aver trattato questi quattro errori commessi quando si vuole raggiungere la massima produzione naturale dell’ormone della crescita, non posso fare a meno di pensare a quante persone si stanno precludendo livelli elevati di GH semplicemente perché nessuno li ha mai informati sulle pratiche corrette (e scorrette) per stimolare l’ipofisi a produrre questa preziosa sostanza.

C’è tanto altro da dire sull’argomento per questo sto preparando altro materiale per metterti a disposizione tutte le nozioni da applicare facilmente (supportate dagli studi), in modo tale da permetterti di sperimentare tutti i vantaggi che gli alti livelli di questo ormone possono darti:

Salute, giovinezza, energia, massa muscolare e definizione.

Resta sintonizzato!

Un abbraccio!

Filippo Pagani

Bibliografia

1 – http://www.thyrolink.com/merck_serono_thyrolink/en/images/Thyroid_inter_4_2010_WEB_tcm1553_62511.pdf?Version=

2 – https://it.wikipedia.org/wiki/Fattore_di_crescita_insulino-simile

3 – https://www.my-personaltrainer.it/fisiologia/ormoni/igf1-somatomedina.html

4 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9509071

5 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18400738

6 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24005315


Filippo Pagani
Filippo Pagani

Appassionato di Bodybuilding da svariati anni ed esperto in strategie per aumentare la massa muscolare velocemente. Creatore del Programma Fisico da Spartano

    26 Risposte a "4 errori da non fare se vuoi il GH (ormone della crescita) ai massimi livelli"

    • Emilio

      Grazie Filippo sempre chiaro e preciso… Purtroppo sono 3/4mesi che non mi alleno per un intervento alla mano ma i tuoi insegnamenti mi arricchiscono e mi invogliano solo a riprendere ad allenarmi il più presto!

      • Filippo Pagani

        Buona guarigione Emilio! Forza e coraggio!

    • Guglielmo Bardelloni

      Bravissimo Filippo, mi permetto solo di suggerire, come spiega Angelo Rossiello, l’uso di occhiali con lenti blue blocker, per minimizzare l’assorbimento di luce blu la sera

      • Filippo Pagani

        Confermo. Tieni presente però che la luce blu non è dannosa solo per gli occhi 😉

        • Guglielmo Bardelloni

          Certo, mi sono letto e studiato tutto il libro di Rossiello, grazie per l attenzione

    • Fabio

      Ciao
      leggo sempre i tuoi articoli, molto interessanti!
      sui livelli di GH vorrei una precisazione: il range di valori possibili negli uomini adulti é uguale tra 0.01-0.97 ng/ml, non credo quindi sia possibile arrivare a 30 ng/ml ne tantomeno a 60-70.
      ti riferisci forse ad un altra unità di misura?
      grazie
      Fabio

      • Filippo Pagani

        Ciao Fabio, mai detto di arrivare a 70 ng/ml di GH, ho detto di VITAMINA D.

    • leo

      Ciao Filippo io ormai per certo sono ipotiroideo. Il medico mi dice che sono livelli abbastanza tranquilli e non vuole darmi farmaci altrimenti brucerei tantissime calorie. Ora sono coscio che con questo problema non saro’ mai al massimo del mio potenziale. che mi consigli di fare? grazie per tutti i consigli spero di entrare presto in FDS appena risolto questo problema.

      • Filippo Pagani

        Contatta la dott. Ethel Cogliani, specializzata in malattie autoimmuni e problemi alla tiroide.

    • Paolo Melis

      Grazie! Ho trovato molto interessante la spiegazione di tutti gli aspetti cui prestare attenzione e devo dire che riconosco la verità di quanto esposto! Non mi rimane che seguire i preziosi consigli e lasciare che i miglioramenti nella mia salute fisica arrivino nei tempi giusti. Riconosco che spesso ho trascurato di fare un controllo medico di tiroide e fegato e spesso non ho seguito il bioritmo circadiano. Grazie!

      • Filippo Pagani

        🙂

    • Claudio

      Grazie Filippo nella vita c è sempre da imparare quindi i tuoi consigli sono sempre graditi grazie mille ciao.

    • Mario

      Grazie Filippo bell articolo, ti leggo molto volentieri . Purtroppo io non aumentero’ mai di massa perché ho una gastrite atrofica autoimmune , nonostante prenda molti integratori sono al palo di partenza .

      • Filippo Pagani

        Le malattie autoimmuni non sono una condanna a vita. Ti consiglio la dottoressa Ethel Cogliani (contattala su FB). Specializzata in malattie autoimmuni.

    • Edoardo

      Sei un grande, grazie x le tue preziose informazioni.

    • Juan Rios

      Grazie Mille della informazione.
      Forse il mio commento non ha molta relazione, ma fa parte della mia esperienza lungo questi 4 mesi d’allenamento fisico 4 volte a settimana in palestra.
      Ieri mi è capitato di vedere come della notte al mattino un ragazzo che è entrato dopo di me in palestra, ora lui è più grande e palestrato di me. Io continuo a tenere duro e non molo, ma vorrei veramente capire io come mai non vedo dei cambiamenti concreti sul mio fisico. Comunque grazie dell’informazione e buona continuazione a tutti quanti.

    • Roberto

      C’è qualche prodotto naturale ovviamente per aiutare il GH ad aumentare ? O ci sono controindicazioni?

      • Filippo Pagani

        Ne parleremo nei prossimi articoli 😉

    • Roberto

      C’è possibilità di aumentare L ormone GH con prodotti naturali ? Se si quali ? Non ci sono controddicazioni ?

    • Francesco

      Grazie Filippo, sto seguendo alla lettera tutti i consigli che mi mandi via e-mail, ma non ho ancora aderito a fisico da spartano. Sono endomorfo, alto 173cm e 6 settimane fa pesavo 70 kg con parecchio grasso addominale. Oggi peso 77kg e il grasso addominale è sparito quasi del tutto, mi alleno 2 volte a settimana per 45 min con una forza e intensità mai avute fino ad ora (non assumo nessun integratore). Mi hai aperto gli occhi su molte cose. Mille volte grazie . Non riesco a capire perchè i nutrizionisti stanno ancora a parlare di calorie e continuano a condannare le diete iperproteiche e ricche di grassi. Pensi che ci vorrà molto prima che finisca la loro enorme falsità? Grazie ancora per avermi migliorato la qualità di vita. Francesco.

      • Filippo Pagani

        Grazie a te per il riscontro. Non so quanto ci vorrà prima che se ne accorgano ma qualcosa si sta muovendo per fortuna. Questi “professionisti” non sono in cattiva fede però peccano di apertura mentale.

    • Simone

      Ciao Filippo!
      Qual è l’altezza media per cui un ragazzo sui 90 kg possa definirsi alto?
      Buona giornata, Simone

    • Marco

      Ciao Filippo. La questione della luce blu è interessante ma immagino che tanti come me, per questioni di lavoro, siano obbligati a fissare lo schermo del pc durante le ore notturne al pc. Io utilizzo sempre lo schermo in modalità notturna durante le ore di buio e utilizzo occhiali che filtrano la luce blu del pc durante il giorno (passo molte ore davanti al pc). Ci sono altri occorgimenti che puoi suggerirmi? grazie

      • Filippo Pagani

        Occhiali filtranti chiari di giorno, occhiali con lenti rosse la sera. Quest’ultime filtrano anche la luce verde che si è dimostrata interferire con la produzione di melatonina.

    • Alessandro

      Buongiorno Filippo,
      Mi auguro tutto bene. Ti ho già contattato di recente, ma volevo capire come puoi essermi di aiuto a distanza. Vivo e lavoro a Milano, ma tu di base sei altrove.
      Per poter effettuare la tua dieta e programma training per sviluppo massa, devo fare qualcosa di specifico prima che tu faccia le schede etc? Intendo controlli dal medico e altro affinché tu possa determinare le mie necessita e pianificare/monitorare la crescita….
      Qui sotto puoi trovare i miei dati:
      ECTOMORFO (aggiungo, con gambe secche)
      Sesso: Maschile
      Età: 41
      Altezza: 188cm
      Peso: 75Kg
      Attendo cortese risposta in merito e ringrazio per l’attenzione.
      Saluti, Alex

Lascia un Commento

Your email address will not be published.